martedì 16 gennaio 2018

Giulia, la prima donna di Marco Severini (Marsilio)























L’opera analizza la figura di Giulia Berna (Senigallia,1871-1957), coraggiosa maestra, leader del gruppo di giovani marchigiane che, in forza della sentenza della Corte d’appello di Ancona del 25 luglio 1906 (nota come sentenza Mortara), divennero le prime elettrici d’Italia e d’Europa. Un evento tanto clamoroso e unico quanto dimenticato per oltre novant’anni, che ha costretto a frettolosi aggiornamenti sui libri di storia e non solo. Dalla nascita ai primi incarichi di docenza, il libro esplora anche il carattere vivace e determinato di Giulia che lottò a lungo contro una burocrazia maschilista e tradizionalista per vedersi riconosciuti i suoi diritti di donna e lavoratrice.

'La Estrategia del Océano azul' (Booktrailer)

"Alieni" - Paola Agorito [Booktrailer]

Ferrari Editore | La casa editrice

Personaggio si nasce di Pierfranco Bruni | Booktrailer

lunedì 15 gennaio 2018

Moi, ma vie di Yves Montand. Traduttore: S. Turato (Edizioni Clichy)



Il 9 novembre 1991 Yves Montand ci ha lasciati. Eppure, in queste pagine, la sua voce risuona e ci porta dolcemente nel suo mondo. In questa raccolta di suoi scritti inediti, confidenze, interviste, Montand racconta cinquant'anni di una inarrestabile carriera, dai primi passi sui palcoscenici di Marsiglia fino ai suoi ultimi film e a tutte le sue battaglie, spesso aspre, in politica. Un libro che permette di scoprire o riscoprire la verve unica, la lucidità e la sincerità di questo genio del music-hall diventato nel tempo uno dei mostri sacri del cinema, un artista fuori da ogni regola che fu anche un insaziabile militante della libertà. Piaf e Prévert, il socialismo, Marilyn, Romy Schneider, Catherine Deneuve, Claude Sautet, i figli e ovviamente Simone Signoret. Yves Montand si rivela, spiega, si diverte, si confessa, seguendo il ritmo dei suoi successi e dei suoi dubbi, delle sue passioni e delle sue disillusioni, tornando a farci compagnia, mostrandoci l'attualità del suo pensiero e del suo amore per la vita e per gli esseri umani.

BOOKTRAILER TERROR EN EL ESPACIO

BOOKTRAILER ULTIMO SORSO DEL MORTO

OLTRE I CONFINI BOOKTRAILER

Hiroshima e L'Idiota di Dostoevskij - What Else Tv

lunedì 8 gennaio 2018

Come cade la luce di Catherine Dunne. Traduttore: A. Arduini (Guanda)



Catherine Dunne tesse con delicatezza una nuova, grande storia famigliare, in cui ci troviamo a crescere, amare, illuderci e soffrire insieme a Melina, ad Alexia e ai vividi personaggi che popolano le loro vite. Una madre severa e un padre comprensivo, una sorella maggiore troppo ribelle e una sorella minore troppo responsabile: ogni luogo comune è ribaltato nella famiglia Emilianides, emigrata da Cipro a Dublino dopo la tragedia del colpo di Stato del 1974. Forse è per via di Mitros, il secondogenito, al centro del terzetto di figli, uno spazio di dramma tra la vivace Alexia e la tenera Melina. Mitros infatti, dopo una malattia che lo ha devastato a pochi mesi d'età, non cammina, non parla, non è chiaro se sappia sorridere: eppure sarà lui il deus ex machina di questa storia. Perché grazie a lui la sua famiglia conoscerà quella di Cormac, il figlio del primario della clinica dove a un certo punto si rende necessario ricoverare Mitros adolescente. E l'incontro con Cormac sarà, per Melina ma non solo per lei, l'inizio di un altro destino, che sconvolgerà ogni cosa e a metterà in crisi persino quanto lei ha di più caro: il legame con l'adorata sorella Alexia, forgiato nei difficili anni dell'adolescenza e temprato dagli sconvolgimenti della vita adulta...

"Fiore di loto" - Serenella Menichetti - booktrailer